Levanzo

Levanzo, rocciosa e dolomitica, con una superficie di 5,82 kmq è la più piccola delle tre isole e la meno popolata con poco più di 200 abitanti. Chiamata dai Romani Phorbantia (Φορβαντία) probabilmente a causa dell’abbondante quantità di erba nell’isola. La cima più alta dell’isola è Pizzo del Monaco con i suoi 278 m di altezza.

Attività produttive ed abitanti

Levanzo fino agli anni sessanta del ‘900 fondava la propria economia sulla pesca e l’agricoltura, poi abbandonate perché non più remunerative. Oggi il ruolo principale è svolto dal turismo.

Ambiente

Con clima caldo e temperato, grazie alla sua natura montuosa e alla bassa antropizzazione presenta una flora mediterranea ricca e variegata, comprendente diverse entità endemiche quali la Brassica macrocarpa. Appartenente anch’essa alla “Riserva Naturale marina delle Isole Egadi”, il suo territorio ospita il SIC ITA010003 “Isola di Levanzo”.

Energia

L’approvvigionamento di acque potabili è assicurato dalle navi cisterna e da una condotta sottomarina tra le isole di Favignana e Levanzo. L’energia elettrica è invece assicurata da una centrale elettrica a diesel della società I.C.E.L. S.r.l., con gruppi elettrogeni che danno una potenza complessiva per i consumi dell’isola. Per usi domestici si impiega gas in bombole.

Progetti

L'amministrazione comunale di Favignana, che gestisce anche le isole di Marettimo e Levanzo, è attiva nella realizzazione di progetti di sostenibilità ambientale per l'arcipelago delle Egadi. Nelle schede 'Egadi' e 'Favignana' si possono trovare maggiori informazioni in merito.

 

 

FONTI: www.comune.favignana.tp.gov.it/; www.isoladilevanzo.it/

Smart Island è un progetto finanziato dal MIUR e realizzato da CNR IIA, Exalto - Energy&Innovation e ResNova Die che mira a trovare soluzioni che incrementino l’efficienza energetica, economica ed ambientale dell’intero sistema di produzione, gestione, distribuzione e uso dell’isola di Lampedusa.

Società promotrici